De Natura Deorum

Ma che libro interessante "De Natura Deorum"! Ci fa capire una cosa importantissima: che quelli che oggi ci appaiono fari intramontabili di saggezza, in effetti impegnvano il meglio della loro intelligenza a darsi a vicenda dell’ignorante.
E alla fine, quelle che a loro sembravano verità incontrastabili sono, alla luce delle conoscenze odierne, delle emerite castronerie: come del resto gli stessi contemporanei riuscivano spesso a notare, pur senza essere in grado di produrre una teoria migliore.
 
Spesso l’errore è evidente: per esempio, nel libro Balbo afferma che, essendo il tutto migliore di ogni sua parte, la Terra è migliore degli uomini, che contiene; ma non potrebbe ciò che è privo del bene sommo, l’intelligenza, essere migliore degli uomini, che la posseggono: dunque la Terra è dotata di intelligenza!
Al che Cotta risponde che, in primo luogo, non ha senso parlare di "migliore"; e soprattutto che che lui non anteporrebbe certo una formica ad una città, solo perchè la formica è dotata di vita ed in piccola misura anche di ragione, cose entrambe che crtamente mancano ad una città.
Per inciso, Cotta è l’unico fornito di un minimo di buon senso nel libro: e forse proprio per questo si limita a demolire le teorie degli altri, astenendosi dal formularne una propria.
Soprattutto, è impagabile quando afferma che lui crede agli dèi per il semplice motivo che… è il Pontefice Massimo, la massima autorità religiosa romana: ma se dovesse conveincersi della loro esistenza dalle argomentazioni filosofiche, sarebbe probabilmente ateo!
 
Il problema. in realtà, è abbastanza semplice.
La premessa fondamentale della filosofia afferma che da premesse vere e seguendo un ragionamento vero si arriverà necessriamente a conclusioni vere.
Quello che non dice è che basta un singolo errore nelle premesse o nel ragionamento perchè la conclusione sia decisamente falsa: e quando il ragionamento è complesso le pobabilità che ciò avvenga crescono esponenzialmente!
Prendiamo per esempio Parmenide: egli afferma che "il non esseere non è, non esiste". Ci può essere verità più elementarmente vera?
Eppure se esiste solo l’essere, non può esistere la discontinuità, perchè ciò comporterebbe che qualcosa che non sia essere divida quest’ultimo, cosa impossibile; ed è impossibile anche il cambiamento, perchè il divenire significa il venire all’essere di ciò che non esisteva ed il suo successvo scomparire, cioe divenire non-essere.
Tutto perfettamente logico: se non fosse che il mondo è evidentemente discontinuo e mutevole!
 
La filosofia greca e latina si incagliò miseramente; non certo perchè non abbia prodotto grandi risultati, ma perchè ben pochi di questi risultati si sono poi dimotrati veri: e questo per una serie di errori di fondo.
Basti pensare all’universo di Aristotele: una costruzione incredibilmente ingegnosa, anzi geniale. Ma sbagliata: perchè partiva dall’idea che la terra fosse al centro, perchè considerava i cieli perfetti e la terra corruttibile, perchè si lasciava incantare dalla "perfezione" delle sfere, perchè ignorava la gravità, ecc.
 
Ma se è così facile sbagliare, se uomini geniali, se generazioni di studiosi e di scuole hanno sprecto l’esistenza per correre dietro a chimere, solo perchè partiti da presupposti erronei…non c’è il rischio di sbagliare anche noi?
Sarà mai possibile trovare premesse davvero certamente vere?
Fatto questo, sarebbe solo questione di tempo trovare ogni verità.
Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...