Opere

Il problema, per me, è molto semplice.

Berlusconi, quando chiede il voto agli italiani, dice: "Datemi la maggioranza, così che io possa fare le Riforme, farò le Grandi Opere!". E, cosa non marginale, il cittadino che lo guarda al Tg1 ha la netta sensazione di sapere di cosa si sta parlando -ecco, magari non gli viene in mente ora come ora che cosa esattamente si intenda, ma se ne è parlato tanto, si tratta chiaramente di qualcosa di concreto ed importante.
Poco importa se se ne è parlato tanto per denunciarli, perchè le "grandi opere" erano carrozzoni assurdi come il ponte di Messina, e le "riforme" null’altro che cortine fumogene per mascherare tagli indiscriminati, come quella Gelmini, o molto più semplicemente leggi sfacciatamente ad personam… i contenuti vengono e passano, ma intanto creano un rumore sufficente da giustificare il permanere come retrogusto dell’impressione, in chi non ha voglia di accorgersi che le cose stanno diversamente, che questo sia davvero un "governo del fare". Voglio dire, neppure i manifestanti in Piazza San Giovanni (intervistati da due inviati dell’Unità travestiti da berluscones) erano minimamente in grado di citare che cosa davvero avesse fatto di tanto grande Berlusconi per l’Italia: eppure erano convinti tanto in profondità che avesse fatto moltissimo, che neppure potevano concepire di metterlo in discussione.

Invece, dall’altra parte: che cosa dice Bersani agli italiani, quando chiede il loro voto? "Datemi la maggioranza, così che io possa cacciare Berlusconi"? E il cittadino medio risponde: "mbeh… e poi?". Prova a pensare a cosa proponga la sinistra, non gli viene in mente altro che "la sinistra aumenterà le tasse"… e vota Berlusconi.

Si è tanto detto che non deve essere così; che il Pd vincerà sul programma, e non sull’antiberlusconismo… eppure, io temo che sia ancora questo il messaggio che passa all’italiano medio.
Voglio dire… ma chi lo conosce, il programma del Pd? Non voglio dire che non ci sia, o non sia valido: voglio dire che io per primo -e credo di potermi ritenere una persona mediamente informata- non ho idea di cosa dica. Non è difficile capire perchè: non ne parla nessuno!

Il copione, sui media, è sempre lo stesso: Berlusconi (eventualmente per mezzo di qualche cortigiano, ma la sostanza non cambia) propone qualche porcata: a questo punto Fini si dissocia solennemente, la Lega alza la voce per spararla grossa purchessia, il Pd si indigna fermamente, l’IDV grida al regime… ma dato che alla fine i finiani ed i leghisti si riallineano prontamente, la proposta passa; massimo massimo, tutto questo rumore è riuscito a trasformarla in una mezza porcata. Quando mai l’opposizione espone un proprio programma? Perchè per assolvere a questo suo ruolo di indignarsi, un programma non è proprio necessario: è più che sufficente il buon senso…
Ma, così finisce che Berlusconi ha buon gioco a ripetere quello che sta diventando uno dei suoi ritornelli preferiti… "non si può dialogare con loro, perchè non hanno idee. Sanno solo dire di no!". E la gente gli crede; neppure perchè sia stupida, ma semplicemente perchè come chiave di lettura di ciò che che sente ogni volta dai mezzi di informazione, funziona.

Il giorno che si riuscirà a ribaltare questa situazione, non solo Berlusconi cadrà, ma cadrà per non ritornare; e potremo finalmente (forse) avere un governo che non sia la barzelletta del mondo. Ma la strada è ancora lunga.

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Salute e Benessere. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...