“Non faccio sesso e sono felice, come vorrebbe il Papa”

Leggete questo articolo (da cui viene il titolo del post).

È una linea di condotta che personalmente non adotterei; che mi sembra in effetti innaturale, ma un po’ tutto è innaturale al giorno d’oggi. E oltre a non fare danni, non è neppure poi particolarmente insensata: l’argomento del “non aprire prima i regali di Natale”, ad esempio, è psicologicamente piuttosto fondato.

Ok, adesso leggete i commenti. Ce ne sono alcuni da far accapponare la pelle

“Sei una Ragazza Non Normale”

“Ma sparatevi in faccia! Queste cose antiche!! Viva la LAICITA’”

“Adesso capisco perchè Wanna Marchi è diventata miliardaria con degli abbocconi come voi…”

“si perchè voi cattosimpatizzanti avete na larghezza de vedute eeeehhhh “nun te dico””

“ma xk ci credete davvero questi non scopano? ma dai!! forse la prima coppia non scopa xk lui è gay hahahahahahaahhahaha”

“Solo nella ridicola chiesa cattolica esiste questa patetica sessuofobia, roba da malati e degenerati”

possibile?

Convinti di aver trovato la verità assoluta, insultano gente che non conoscono per le loro scelte private, arrivando a definire “malati e degenerati”, per il solo fatto di avere idee diverse. Abbiamo trovato, signori, degli atei bigotti!

Qualcuno spieghi loro che la laicità è un’altra cosa!

Advertisements

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Computer e Internet e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a “Non faccio sesso e sono felice, come vorrebbe il Papa”

  1. Chiara ha detto:

    Tutto ciò mi sembra un po’ incoerente da parte tua: prima biasimi i pellegrinaggi e poi invece l’astensione la trovi sensata…

    • francescodondi ha detto:

      Non ho detto “sensata” -ho detto “non particolarmente insensata”.

      Ma in verità, si tratta di due concetti di sensatezza diversi: sensatezza oggettiva e sensatezza psicologica. La religione può tranquillamente ambire alla sensatezza psicologica; anzi, è in gran parte fatta apposta: altrimenti non avrebbe tanto successo.

      (scusa il ritardo nella risposta, non ho visto le notifiche!)

  2. Michele ha detto:

    Secondo me l’obbligo di non fare sesso prima del matrimonio era un utile precetto per i credenti agli albori della cristianità quando non esistevano metodi contraccettivi efficaci e la vita di una donna con un figlio fuori dal matrimonio era impraticabile perchè solo da pochi decenni la donna ha cominciato ad essere riconosciuta come indipendente dall’uomo.
    Bisognerebbe rendersi conto di quello che i precetti religiosi sono: una serie norme comportamentali per uomini di 2000 anni fa, che quindi andrebbero rivalutate con occhio critico in base alle necessità dell’uomo moderno.
    Poi se questi ragazzi vogliono nascondersi dietro ad un dito, che lo facciano pure.
    Farlo prima o dopo il matrimonio (patto sociale di dubbio vantaggio) è una scelta personale, ma si rischia di caricare di aspettative un atto che è dei più naturali e istintuali che ci siano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...