Londra

Forse è che il popolo deve per forza fare caos, ogni tanto.

No? Il famoso “malcontento generale del popolo” invocato dai libri di storia ogni volta che comincia una rivoluzione.
La vita è sempre difficile, e per forza per alcuni lo è molto più della media (anche se è magari solo vivere decentemente, ma non potersi permettere quello che gli altri invece possono. non siamo in ambito razionale). Sarebbe strano che chi capita in questa condizione non se la prendesse, prima o poi, in un modo o nell’altro.

Solo che una volta c’era qualcuno, con cui prendersela. I nobili, il re, i padroni, i colonizzatori. Oggi è, o almeno passa per essere, tutto globale, tutto anonimo; la causa delle sofferenze non è l’oppressione, ma la congiuntura.
Così, le ideologie sono morte, e il popolo non ha più ideali attorno a cui riunirsi, a cui affidare una speranza di riscatto (anzi -è spesso cresciuto proprio in una condizione di vuoto di idee spinto).
Ma se non ci sono ideali, né idee, rimane, a dare una direzione, la pancia. E il fascino primordiale della violenza collettiva. E perché no, la pubblicità della Apple.

Forse è questo che è successo a Londra?

Advertisements

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...