8 Giugno: “Italia unita per la Scienza”

-la riscossa contro la disinformazione.

L’Italia è da sempre la patria dei sentimenti …e dell’allergia ai fatti. Il Paese degli scandali, del fango a ragione o a torto, degli odi di parte, delle ‘guerre sante’ verso un avversario ‘male assoluto’. Il sistema di informazione fa ben poco per contrastare questa situazione; anzi, spesso e volentieri la alimenta. Il sistema politico, del resto, ci va letteralmente a nozze… è in buona parte su questa cronica latitanza di pensiero critico che molti hanno scommesso, e continuano a scommettere, per riuscire a menarci per il naso per decenni e decenni, senza che si veda la fine.

Ora, la moda degli ultimi anni è odiare “la vivisezione”. Avrete sentito parlare di Green Hill: ma, forse non conoscete il costante clima di odio e intimidazione anche personale che ormai può colpire pressoché chiunque faccia studi correlati con gli animali -essendo irrazionale, nessuno è al sicuro. Al culmine dell’escalation, poche settimane fa, gruppi ‘animalisti’ sono arrivati ad assaltare e devastare un laboratorio.

Era chiaro che bisognava fare qualcosa. Altrettanto chiaro, che nessun aiuto si sarebbe potuto sperare dai mezzi di informazione, e tanto meno dalla politica. Così, alcuni ricercatori di biologia hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona. Ricevendo un incoraggiante sostegno da buona parte del mondo scientifico e universitario -e anch’io cerco di fare la mia parte.

Il primo passo è stata una manifestazione a Milano, il 1 Giugno. Ma l’evento maggiore sarà sabato 8: questo il sito.

Lo slogan è “il sonno della ragione  genera mostri”: allora, per evitare che fanatici caccino dall’Italia quel poco di ricerca biomedica che ancora la politica permette; ma più in generale, per evitare che una popolazione cronicamente disinformata sugli argomenti scientifici si precluda per paura superstiziosa la via a buona parte del futuro, è necessario andare, anche in prima persona, a risvegliare le ragioni della ragione presso il grande pubblico.

L’8 giugno allora (oltre ad alcune manifestazioni e flash mob) saranno organizzate in molte città d’Italia conferenze aperte, ovviamente con spazio domande alla fine: in cui a chiunque sia interessato ad informarsi seriamente sui temi controversi degli ultimi anni (a Padova ad esempio si parlerà di: vaccini, OGM, sperimentazione animale, Taliomide) sarà data la possibilità di farlo nel modo migliore, ovvero direttamente da professori e ricercatori competenti.

(…competenti e non laureati in meccanica magari, come tocca sentire)

È l’inizio della Reazione …Ka$ta della Scienza alla riscossa!!1!, ha subito scherzato qualcuno… io spero, piuttosto, che sia l’inizio di un movimento con cui chi ha avuto la fortuna di crescere con una cultura scientifica riuscirà ad aiutare anche il resto del Paese ad imparare ad interpretare la realtà in maniera razionale.

Se lasciamo perdere questa occasione, non lamentiamoci se questo paese continuerà, per i temi scientifici (ma non solo), ad essere in balia campagne scandalistiche emotive via Striscia e YouTube…

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Link | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...