I grillini e l’olio di ricino (virtuale)

Tutti avrete sentito della deputata grillina (Laura Castelli), che ha affermato che “per certi giornalisti ci vorrebbe l’olio di ricino”. Ne hanno parlato tutti.

Peccato, che sia falso. Falso, come in, mai accaduto; del tutto infondato.

Che cosa è successo?

Ecco da dove tutto è nato: un deputato leghista (Stefano Allasia), ha affermato

“Non pensiate che noi della Lega di Torino non abbiamo fatto le nostre opposizioni. Contro la Tav. Perché? Perché non c’era stato dialogo. Dal 2000 in avanti si è cambiato il passo, è cambiata la politica, è cambiata l’interlocuzione con le amministrazioni locali e con lo Stato per cercare di avvicinare sempre di più queste infrastrutture ai cittadini. Sicuramente, voi avreste bisogno di olio di ricino, in modo tale da capire cos’è la realtà dei fatti”

Quindi, sottolineerei:

il deputato leghista stava proponendo l’olio di ricino ai deputati M5S

A questo stava rispondendo la grillina, e questo è quello che ha detto:

…ora, sì; la formulazione poteva essere ambigua. Volendo. Ma proprio volendo.

Per chiunque non fosse in agguato per coglierli in fallo, era chiaro che non ce l’aveva con i giornalisti -ma con la mafia!

Mentre, sottolineo ...tutti hanno ignorato l’affermazione quella sì, fascista del deputato leghista!

Due pesi e due misure. A livelli scandalosi.

Giustamente, i Grillini si sono a loro volta scagliati contro l’informazione manipolata; in particolare Repubblica

…un attimo: giustamente?

Se andiamo a guardare Repubblica, è comparso sul sito Repubblica.it un articolo che stigmatizzava le tendenze fasciste dei grillini …ed è sparito in mezz’ora. Con tanto di scuse.

Ma allora, non pare siano loro i colpevoli. Non è con un articolo scomparso in mezz’ora che orienti l’opinione pubblica. Paiono colpevoli di leggerezza, piuttosto: di essersi lasciati trascinare troppo facilmente.

Allora, lasciati trascinare… da cosa?

Dall’Internet, secondo me.

Ne ho anche già scritto: l’internet è …una macchina del fango spontanea.

Morale? I grillini, i membri del “Partito di Internet”, scagliandosi pavlovianamente contro ‘i vecchi media’, dimostrano che non hanno capito niente di Internet.

Certo, Internet era dalla loro parte -quando loro erano nessuno, e contro tutti.  Ma ora sono anche loro qualcuno… e ci credano o no, l’internet continua con i suoi raid senza pietà contro qualunque cosa si muova -cioè, ora anche contro di loro

Anzi: sono nuovi, strani… di gran lunga, il bersaglio più colorato. E quindi, sono i più presi di mira. È semplice …abituatevici.

Oppure tirate fuori dalla naftalina un minimo di umiltà, ed imparate davvero ad usare l’internet.

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...