Perché ho appena spedito 630$ ai creatori di Ubuntu

Sto parlando di questo: uno smartphone in crowdfunding. Si chiamerà Ubuntu Edge.

È una novità assoluta. In sostanza: Canonical vuole produrre una versione di Ubuntu, la più diffusa distribuzione Linux, per cellulare; non è riuscita a trovare un accordo soddisfacente con i produttori di hardware… chiunque segua la scena degli smartphone sa come questo sia un punto dolente; Google essendo Google a malapena è riuscita a ritagliarsi uno spazio vitale di sovranità sul suo stesso sistema operativo con la linea Nexus, ma Ubuntu rischiava di essere ostaggio dei loro capricci.

Così, non essendo Google… ma una derivata di Linux, progetto open source che ha la sua forza nella comunità, hanno deciso di creare un proprio tipo di “Nexus” facendosi forza proprio sulla comunità. Grazie ad Internet, questo è possibile: il telefono Ubuntu Edge sarà costruito interamente con i preordini (e le semplici donazioni) degli entusiasti da tutto il mondo.

Ora, la domanda: perché essere uno di loro?

Ci sono, ovviamente, delle ragioni ideali

  • Per il progresso: con Apple ancora confusa nel post-Steve, anche Google rischia di sedersi e limitarsi a limare qui e là. Un nuovo concorrente con idee davvero innovative ed ambiziose, come Ubuntu sembra essere, è quello che ci vuole per rivitalizzare il mercato.
  • Per la libertà: Android è basato su Linux ed open source… ma nella pratica, ben poco di questa libertà arriva all’utente -almeno non quello estremamente smanettone. E non senza invalidare la garanzia. Ubuntu, che è un vero sistema GNU/Linux, potrebbe cambiare questa situazione un po’ asfissiante. Senza contare, che se si parla di Ubuntu phone, necessariamente si parlerà anche di Ubuntu desktop -non sarebbe affatto una cattiva cosa.
  • Per la democrazia: questo è il primo tentativo di dare una prima picconata al modello in cui sono le grandi industrie a scegliere che cosa arriverà sul mercato, e mettere invece al centro il rapporto tra chi produce le idee e gli utenti.

E poi ci sono quelle pratiche

  • Questo è uno smartphone top di gamma. 4GB di RAM nessuno li ha ancora; non dubito che per inizio 2014 saranno in vendita -ma non certo per poco. Il prezzo di 800$ è essenzialmente giustificato. Ma, in più abbiamo anche un computer -migliore di quello da cui scrivo. Praticamente compreso nel prezzo.
  • Ho preso l’edizione limitata da 600$ (sono esauriti giusto ora) -uno sconto sostanzioso, è sempre buona cosa. Così …se anche decidessi nel frattempo che non è quello che voglio -potrò rivenderlo. E, qui sta il bello: potrò rivenderlo a di più. Perché il prezzo di vendita sarà 800$… e, se seguirà la tradizione del settore, qui saranno 800€. Io l’ho pagato invece al prezzo in dollari: equivalente a circa 480€, compresa la spedizione. Guadagno potenziale oltre 60% 😉

Comunque, anche se l’offerta eccezionale è esaurita… un telefono innovativo E un computer, anche a 830$ (-> 630€), è un discreto affare.

Le idee ci sono (a fianco della solidità di Android, just in case)

ATTENZIONE una cosa vale la pena di notare: la conversione in dollari di PayPal.

Durante il pagamento vi offrirà di default di convertirli in automatico ad un tasso… tutto suo. A me ha offerto 1,27. Cercando “altre opzioni di conversione” si nota che (se si usa PayPal collegato ad una carta di credito MasterCard o Visa) c’è un’altra opzione: ovvero lasciar convertire alla carta.

Su questa opzione quelli di PayPal fanno tutto il terrorismo possibile: “non è possibile conoscere il tasso di cambio applicato finché non sarà addebitato”, dicono. Possibile tutto questo mistero? Io ho cercato, in 5 minuti ho trovato il sito dei cambi ufficiali usati oggi da MasterCard: e dava un tasso di …1,32.

Dettagli? Sono 5 centesimi di dollaro in più per ogni euro. Per 630$ fanno 19€: 25$. Praticamente ci ho pagato la spedizione. Vedete: fare caso ai numeri paga.

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Computer e Internet, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...