La donna che deve fare #300sandwiches per sposarsi

Sembra uno scherzo, ed invece è così: una donna americana ha pattuito con il suo uomo che si fidanzeranno ufficialmente dopo che lei avrà preparato a lui non uno, ma 300 sandwiches. (fonte) Al momento ne ha già preparati 177; uno ogni due-tre giorni. Che vuol dire, è a metà di anni di sandwiches.

Ovviamente, l’Internet è esploso.

Una donna che fa sandwiches -si è piegata al più trito cliché maschilista! Sono stati buttati 100 anni di femminismo?

Davvero è ancora possibile pensare nel 2013 che una donna debba “guadagnarsi” il matrimonio -passando per la cucina? Il link da cui sono arrivato all’articolo commentava “Donna, dov’è la tua dignità?”. Alcuni hanno augurato che ristabilisca l’onore femminile con un 300° panino avvelenato.

Eppure. Leggete un attimo. E’ una cosa nata per scherzo.

he loved the first sandwich she made for him so much that he declared, “Honey, you’re 300 sandwiches away from an engagement ring!”

e così, lei ha deciso di prendere sul serio lo scherzo -ed accettare il “patto”.  E la prima cosa che ha fatto non è quel che sarebbe passato per la mente di sua nonna -aprire il blog 300sandwiches.com. Là condivide foto e ricette, sempre diverse, dà nomi fantasiosi; e tutto lascia pensare che ci trovi gusto come poche cose.

Questo mi sembra un ottimo caso per riflettere. Dato che indignarsi a caso per notizie mezze-conosciute su internet sta diventando decisamente troppo mainstream.

Innanzitutto: sei davvero libero da uno stereotipo, se lo devi fuggire? Non è molto più potente affrontarlo -e riderne?

E poi; leggete bene: a parte i sandwiches -nella coppia, è quasi sempre lui che cucina.

Quindi: prima di indignarvi per un “simbolo” a migliaia di km -potete dire lo stesso del vostro tetto?

Vostro padre cucina almeno un terzo delle volte? Quando è l’ultima volta che ha servito in tavola?

Se sei un ragazzo -ti stai preparando ad essere in grado, un giorno, di preparare regolarmente una cena per 4; oppure ti adegui ad una cultura che spesso assume ancora che qualcuno lo farà per te?

Solo se ciascuno agisce nel suo quotidiano cambiano davvero le cose.

…e se vogliamo parlare di femminismo; parliamo per favore di Linkiesta.it. Che una volta era un sito serio; che, per riferire l’opinione di Selvaggia Lucarelli sulla polemica del giorno, non condivide il link ad un articolo, come fa sempre. No: il link all’articolo viene inserito come commento di una foto; questa foto:

“Pensate che tutta questa bella carne ha anche un’opinione. Incredibile, eh?”

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...