Purgare per Fermare il Declino

Fare per Fermare il Declino è un partito che mi capita di considerare, in rapida alternanza, come il miglior partito e la miglior barzelletta del nostro panorama politico. (se ci pensate purtroppo, dato il contesto, le due cose non sono affatto lontane)

In ogni caso, sono interessato alla sua evoluzione, e mi sono iscritto alla newsletter.

Oggi mi arriva la notizia, firmata Michele Boldrin, della sostituzione di una considerevole quota di dirigenti nazionali e regionali -a causa delle loro dimissioni, in polemica con la linea maggioritaria.

E poi, dopo essersi auspicato che i nuovi eletti “vogliano operare per il bene del movimento”:

Impegno che, purtroppo, non sempre è stato messo adeguatamente in campo dai dimissionari. Infatti, la loro iniziativa, palesemente coordinata e concordata, era facilmente prevedibile e purtroppo attesa dagli altri 20 componenti della Direzione Nazionale e dagli altri Coordinatori regionali. Essa nasce da lontano e viene oggi attuata da alcuni dirigenti che, nonostante quanto approvato a larghissima maggioranza prima al congresso di Bologna e confermato poi a Perugia, hanno regolarmente rallentato la vita del movimento senza apportare quel contributo operativo positivo, così importante in questa delicata fase iniziale, che fosse efficace allo sviluppo da tutti auspicato. Questo sia a livello nazionale che nelle regioni dove essi operavano.

Ok. Ci posso credere, senz’altro. Ho l’esempio quasi diretto, in effetti, di come perfino nelle organizzazioni di ragazzi, non appena si parli di politica, si possano facilmente formare “fazioni” che dividono e remano contro; per motivi che all’esterno appaiono surreali …e all’interno hanno senso in una logica partitocratica di potere.

…allora, perché questa descrizione dei “dissidenti” continua a lasciarmi sulla lingua un corposo retrogusto staliniano d.oc.?

(in effetti: nella capacità di spaccare il capello, l’atomo e presto anche le componenti subatomiche, non c’è dubbio che i nostri liberali di bandiera abbiano per rivali solo …i partiti comunisti)

(qualcuno, naturalmente, potrebbe ipotizzare che quel che li accomuna sia che là almeno qualcuno lavora per degli ideali e con delle idee, anziché restare tutti insieme appassionatamente in attesa del giro in poltrona come nei partiti mainstream)

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...