Si, però

Scrive la Boldrini

Al contempo, però, non possiamo permettere che il decreto decada. Fatto che avrebbe, tra l’altro, anche la disastrosa conseguenza di costringere gli italiani a versare la seconda rata dell’Imu sulla prima casa.

Ok, però …il però lo dico io.

Allora. Io sono il governo. E faccio un decreto che vieta le caramelle ai bambini (perché ce lo chiede l’Europa).

E poi faccio un decreto legge titolato

Per l’abolizione delle tutele al lavoro, il sussiddio alla prostituzione minorile, l’invasione della Polonia, e l’abrogazione del divieto di caramelle ai bambini.

Poi… posso dire: “sarebbe irresponsabile bloccare il decreto, lasceremmo i bambini senza caramelle“?

Ecco. Il decreto in questione è ufficialmente “riassunto” con

Il decreto-legge n. 133 del 2013 – approvato in via definitiva alla Camera – dispone l’abolizione della seconda rata IMU 2013, aumenta gli acconti IRES ed IRAP 2013 per gli enti creditizi, finanziari, assicurativi e per la Banca d’Italia, semplifica le norme per la dismissione degli immobili pubblici, autorizza l’aumento di capitale della Banca d’Italia, individuando le categorie di investitori che possono acquisire le relative quote e modificando l’assetto e la governance dell’istituto. Sono, infine, dettate norme in materia di accisa su birra, prodotti alcolici intermedi e alcole etilico.

Ma è possibile? Si può votare un accrocchio del genere? La proprietà della Banca d’Italia assieme alle accise della birra?

…ok, magari il collegamento è che l’una misura libera risorse per l’altra. Ma allora magari prima liberi risorse, e poi le utilizzi. Così complicato?

Questo modo di fare leggi è davvero la misura della chiusura del Palazzo: si infilano norme come fa comodo; con totale spregio della possibilità dei cittadini di discutere con chiarezza su una singola misura. Quando funziona? Quando, essenzialmente, c’è un accordo di fondo a monte. Non è più questo il caso.

Serve ben poco il bipolarismo se poi il modo di fare le leggi stesse, in concreto, resta nella stessa palude a cui ci aveva abituati la Prima Repubblica.

Per fortuna, c’è chi sta sollevando il tema da posizioni ben più autorevoli delle mie. Ma la vedo ugualmente dura.

(effettivamente però, l’abolizione del bicameralismo potrebbe aiutare. Se il percorso di una legge non è più infinito -sarà più fattibile farne di più, anziché infilare tutto in una e o la va o la spacca)

…quanto a Bankitalia in sè. Vale, davvero

più cose vedo, più cose conosco; più cose conosco, meno cose capisco.

Di certo: dire “si regalano sette miliardi” solo perché si rivalutano le quote è “assai impreciso” …per dire un eufemismo. Se non capite perché, sappiate che la penna BIC che avete in mano, ora vale sette miliardi. E, ci dovete pagare congrue tasse!

Ma come al solito, è molto più complicato di così. Le Fou si sobbarca, ammirevolmente come al solito, il compito di affrontare le obiezioni più banali; e vi rimando senz’altro alla sua spiegazione.

Ma per una volta, non mi quadra. E neppure quadra ai miei conoscenti più competenti. Si useranno i soldi delle riserve per pagare il buyback? O per trovare alri compratori, si alzeranno i dividendi? La maggiore tassazione sarebbe allora una bella vittoria di Pirro.

[aggiornamento: qui un parere competente]

Essenzialmente, sarebbe un giocare col fuoco (la Banca Centrale) solo per avere la possibilità di venderci l’argenteria …o di fare altro debito sotto il tappeto. Tutto in maniera incredibilmente poco trasparente.

Per fare queste cose, tanto valeva tenersi Tremonti. Non è questo il cambiamento che vogliamo.

(e tantomeno questo, del resto)

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica, società e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...