Renzi chi?

Se non siete vissuti sotto un sasso da due anni a questa parte (o anche se lo avete fatto, purché fosse un sasso raggiunto da un qualunque mezzo di comunicazione), avrete verosimilmente sentito parlare di quanto eccezionale sia Renzi.

E, niente da dire, bravo è bravo.

10308169_1382297598699930_750336469719596096_n

Ma la domanda interessante è …in cosa è bravo? Qual è il vero segreto del suo sccesso?

Lancio uno spunto. Forse, il punto di tutto non è che è Renzi. Piuttosto… è che è molto bravo a comunicare che non è

1. Fassina

…come simbolo dello stereotipo della sinistra che è passato alla “pancia del paese”.

Pancia che, almeno attualmente, è irrimediabilmente piccolo-borghese; e fugge spaventata ad ogni tentativo di redistribuzione del reddito che minacci anche lontanamente di toccarla. La vecchia classe dirigente della sinistra è stata irrimediabilmente associata nell’inconscio collettivo ad idee come “patrimoniale”: e tantissimi voterebbero il diavolo in persona, pur di salvare le loro piccole proprietà da questi spauracchi (le vostre millecento, avrebbe detto De Andrè).

Naturalmente, Renzi è partito proprio da una fortissima redistribuzione, con i famosi 80€ ai lavoraori poveri; finanziata in parte da tasse sulle transazioni finanziarie. Per contro, ricordiamo, Bersani sarà ricordato per le sue “lenzuolate” di …liberalizzazioni.

Insomma: per ora, chi ha messo in atto una politica “di sinistra”, è proprio Renzi. Solo, ha evitato lo stigma dei suoi predecessori; perché ha evitato l’idea che tutto il suo piano sia nel tassare per redistribuire. Può accadere; ma, è parte di un grande piano che risolleverà il Paese, e in cui tutti guadagneranno: ha dato una visione.

Che è esattamente quello che ogni politico decente dovrebbe fare.

Il che ci porta all’altra cosa che Renzi non è

2. Fassina, che si vergogna di essere Fassina

Dopo la caduta del muro di Berlino, la sinistra ha perso completamente la bussola. In essenza, è passata bruscamente dalla rivoluzione …al buon senso. I presidenti del consiglio di sinistra, da D’Alema a Prodi, sono stati degli eccellenti amministratori (in confronto a Berlusconi, non è davvero difficile) …ma niente di più. Sembra quasi che, sentendo appunto che le loro vecchie idee non erano più di moda… abbiano praticamente rinunciato ad averne del tutto di politicamente connotate.

Sì, c’erano continue lotte tra correnti, un continuo ribollire di appelli a “fare qualcosa di sinistra”. Che (essendo dettate autoreferenzialmente dall’ideologia) non erano mai abbastanza per ottenere qualcosa -ma abbastanza da impaurire l’elettorato moderato, finché non si tornasse sui propri passi per contenere i danni.

Il risultato: il partito dei tecnici.

La consapevolezza di questo ha raggiunto l’apice con Monti, e la successiva campagna elettorale: la sinistra è stata completamente incapace di comunicare al paese una proposta alternativa. Sotto all’antibelusconismo (“lo smacchiamo, lo smacchiamo”), la campagna elettorale di Bersani non ha convinto nessuno che sarebbe davvero cambiato qualcosa da Monti …quelli che l’hanno creduto, convinti erano già: perché a prescindere votano “la sinistra”, o non votano “la sinistra”; prima ancora di chiedersi se faccia differenza.

Anche qui, Renzi ha completamente sovvertito lo schema: ha ammainato le bandiere ormai sbiadite, ed è passato a fare proposte. Qualcosa a cui eravamo completamente disabituati. Ed il paese è caduto tra le sue braccia.

Ma di nuovo, questo non è chissà cosa: è davvero il minimo sindacale, di quello che un politico dovrebbe fare! Certo: eravamo molto sotto a qualunque minimo di decenza; ed oggi possiamo rendercene conto più che mai.

Nel paese dei ciechi, il guercio è un superuomo?

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...