Emma Watson, femminismo, e foto di nudo.

In Agosto, centinaia di foto private di celebrità sono state diffuse, non è ancora chiaro come (ma probabilmente, un semplice loophole nel sistema di sicurezza).

Molti hanno condannato la cosa. Altri hanno scosso le spalle: “gli uomini sono uomini”, “se non vuoi foto di nudo in giro, non farne”.

Emma Watson è stata tra le voci di condanna netta; non solo del fatto in sè, ma della reazione.

Ieri, Emma ha pronunciato un vibrante discorso alle Nazioni Unite su quanto è ancora necessario il femminismo

…ed oggi, qualcuno ha provveduto a sottolineare fortemente quanto abbia ragione. Pubbicando il sito Emma You’re Next.

La prossima vittima delle foto di nudo, si intende.

Con un countdown. Tre giorni, al momento.

Ovviamente, la connessione è difficile da ignorare: ed i giornali ovunque stanno titolando “Emma Watson minacciata per il suo discorso feminista”.

Devo ammettere che la notizia mi ha dato un attimo di angoscia. Ho sempre pensato che “troll” fosse solo un modo di dire: ma qualcuno che faccia questo, non riesco a non immaginarlo con la pelle verde.

È terribile perché è terribilmente efficace. Perché, insomma, finché si tratta solo di qualche centimetro di pelle esposta, d’istinto è facile essere quasi favorevole. Ma qui si tratta di una minaccia volta a zittire. E sei costretto a pensare che, sì: in effetti, è del tutto ragionevole che sia psicologicamente abbastanza terribile da funzionare per dissuadere dall’esporsi. In fondo, a pensarci, il revenge porn è una pratica tristemente stabilita.

E allora, qui è in gioco il diritto di parola di metà dell’umanità. È in gioco l’ultimo secolo di progresso dei diritti civili.

Per fortuna, questa è con ogni probabilità una false flag: scommetterei che quelle foto non esistano.

Perché?

Semplice. Il sito riporta, in modo del tutto gratuito, il simbolo di 4chan. Non è qualcosa che un vero utente 4chan farebbe. 4chan è uno strumento, uno stile di vita, un luogo dell’anima; è definito esattamente dall’essere un luogo di amalgama anarchico di qualunque cosa… non è e non può essere una bandiera per una ‘causa’ specifica. E c’è (anche) una ragione molto specifica per cui non può davvero esserlo: è vulnerabile. Il server è un ente fisico, la rete è un ente fisico: se si esagera, ci vuole nulla che gli Stati decidano di chiuderlo! End of game; o almeno, un colpo che nessuno attirerebbe volontariamente.

Insomma, è un po’ come se in piazza comparisse un cartello con scritto “Antonio Rossi tra tre giorni ti brucio la casa. Firmato, Piazza Verdi”.

Secondo voi, chi ha scritto il cartello: qualcuno che in qualche modo rappresenta Piazza Verdi… o qualcuno che mente col preciso scopo di attrarre una retata della polizia sulla detta piazza? (magari anche a ragione, non dico di no)

Inoltre, vi ricordo che l’opzione ‘site:’ della ricerca Google può fare miracoli …soprattutto quando si tratta di qualcosa che è per definizione completamente pubblico su internet.

Che cosa ne dice 4chan, quindi? Ad esempio questo. Chiaro, i bambini speciali devono fare i bambini speciali (hey, il board si chiama “politically incorrect”. La persona più ragionevole ha come avatar una bandiera con la svastica) …e nonostante questo, mi pare evidente che non ci sia alcunché come un consenso a favore di iniziative del genere.

Di particolare pregio uno scambio in un altro thread

but why aren’t you guys as mad as i am at this facebook cunt who posted this? those people [nota: intende i femministi!] are everywhere and they grow in numbers by the minute. it makes me sick…

what can we do about it?

AHA, ecco la pistola fumante!

Ma le risposte

nigger, can you not read?

Listen carefully.

[…]

The only solution to this problem is to fight this with open dialogue in the universities.
Anyone with even the most basic education in the humanities can tear these feminists a new asshole.

Non esattamente gentile… ma l’ultima volta che ho controllato, istigare al dialogo nelle università non era un crimine. Opinioni impopolari; ma in tutta onestà, ho sentito dichiarazioni molto più inquietanti e sovversive da gente al governo, di quante ne abbia trovate qui.

Insomma, non credo davvero che quel sito sia auentico, o che simili foto esistano. È stato probabilmente messo su da qualcuno che vuole far rendere conto di come la spada di Damocle della rivelazione della nudità sia una pesante crudele ipoteca sulla libertà delle donne. E non possa essere presa alla leggera, in nessun caso.

Con me, c’è riuscito benissimo.

Advertisements

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...