Per un… bel po’ di dollari: il costo di un figlio.

Da stamattina sta venendo riportato ovunque, pertanto immagino sia vero: Facebook e Apple finanziano il congelamento degli ovuli delle proprie dipendenti.

In modo che possano rimandaree i figli, e dedicarsi alla carriera quanto gli uomini.

Non ho visto molti commenti. Probabilmente perché lascia troppo spiazzati per dire granché.

Farò io almeno il commento più elementare: follow the money.

Non è difficile, dopo tanti dibattiti femministi, restare con l’idea che la sottorrappresentazione di donne nei ruoli di punta ed il “pay gap” siano semplicemente un residuo di un’era buia; che uno strisciante ma incredibilmente tenace maschilismo che ancora ottusamente svilisce e respinge le donne sia tutto quello che si pone tra loro ed il raggiungimento di un’eguaglianza senza ombre. E che, quindi, l’attivismo civile contro il maschilismo sia tutto ciò che è necessario.

Oggi ci è dimostrato che… non è così. Queste compagnie stanno dimostrando che tengono tantissimo alle donne… talmente tanto, da essere disposte a pagare oltre 10.000$ per non perderle! 

E naturalmente, la noizia ci informa anche di un altro fatto: se è disposta a pagare così tanto per evitarla, all’azienda una maternità costa oltre 10.000$.

Questa è l’essenza del problema -ed è davvero un elefante! Non così è facile dire che ‘le aaziende dovrebbero trattare ugualmente donne e uomini’ -e ignorare un costo del genere?

Queste notizie non fanno che mettere in luce quale sia l’unica soluzione possibile: un indennizzo statale per i costi causati dalla maternità (dopotutto, è allo stato che interesa avere nuovi cittadini). Allora sì, le aziede non avranno più scuse. E il “pay gap” scomparirà -anche domani.

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...