Appropriatezza

La prima volta che si parlò di “maggioranza silenziosa”, indicava quegli americani che votavano per distruggere i “diversi” comunisti (e non dimentichiamo, musi gialli) in Vietnam -convinti che altrimenti sarebbe stata la catastrofe e la fine dell’Occidente e della libertà stessa.

Naturalmente, i comunisti vinsero, gli USA subirono una sconfitta umiliante completamente evitabile… ed esattamente NULLA delle terribili conseguenze paventate si è avverato: la nostra vita continua esattamente la stessa.

Tranne che, oltre a devastare un paese, per la propria ignoranza, razzismo e paranoia, quella maggioranza condannò i propri stessi figli ad anni di inferno -o un’intera vita, per chi subì ferite fisiche o psicologiche permanenti. Ancora oggi, “veterano” è un concetto pienamente e dolorosamente presente nel discorso pubblico statunitense.

Long story short, la “minoranza rumorosa”, progressista e politicizzata, aveva ragione da vendere. E l’intera società ha pagato a lungo dolorosamente il prezzo di averla osteggiata e ignorata.

Oggi, Avvenire chiama “maggioranza silenziosa” il popolo del “family day”.
È bello che per quanto la storia inesorabile si ripeta, abbiamo imparato almeno a chiamare le cose col giusto nome.

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...