La scelta mutilata?

Oggi si festeggia il referendum con cui l’Italia decise per la Repubblica.

Avete visto decine di volte le foto dei risultati

results

…li avete letti?

In forma più visuale:

Italian_referendum_1946_support_for_republic_it.svg

I Savoia perdono tutto il Nord -compreso il ‘loro’ Piemonte.

E conservano tutto il Sud.

La situazione non è solo diversa -è speculare. Riguardate in numeri. Se in varie regioni del Nord la Repubblica trionfa 2 a 1, in tutte le principali regioni del meridione è la Monarchia a vantare due sostenitori per ogni repubblicano.

Naturalmente, la reazione può essere “eh ma non hanno fatto la guerra”; o una qualunque di 50 sfumature di “erano arretrati”.

E quindi, meno male che sono stati trascinati dal Nord, consapevole e avanzato.

Che però è una posizione un po’ strana, nel momento in cui si festeggia il fatto che “il popolo ha scelto”.

Magari, quando chiediamo l’opinione del popolo, dobbiamo arrenderci a dare per buono che questo popolo sappia cosa è bene per sè.

Si può ipotizzare che con la struttura sociale ed economica del Sud, una figura personalmente responsabile del benessere e dell’orgoglio dello Stato, avrebbe prevenuto il l’incancrenirsi dell’incuria e della corruzione che in quegli anni trasformarono il declino dei primi anni dell’unità, in un permanente e profondo sottosviluppo -che ancora oggi, lungi dal convergere, si fa di anno in anno sempre più drammatico?

Non lo so. Non ho la sfera di cristallo, e il mondo è complesso. Eppure, l’idea è affascinante.

Come sarebbe oggi il paese se, preso atto delle diffrerenze, fosse andata davvero così -repubblica e regno ciascuno per vie separate? Magari con monete diverse?

risultati_regionali_del_referendum_del_2_giugno_1946_thumb

Guardando i dati di oggi, viene da dire che fosse difficile fare di peggio. Soprattutto per il Sud.

pil-italia-economist

Annunci

Informazioni su francescodondi

Qui il mio curriculum online. "nerd score"
Questa voce è stata pubblicata in società e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...